Monthly Archives: gennaio 2016

Nuova piattaforma per la risoluzione delle controversie online

La Commissione lancia una nuova piattaforma per la risoluzione alternativa delle controversie online tra i consumatori e i professionisti.

Il 9 gennaio la Commissione lancerà una nuova piattaforma (piattaforma ODR) per la risoluzione alternativa delle controversie online. Gli organismi di risoluzione alternativa delle controversie (organismi ADR) notificati dagli Stati membri potranno accreditarsi immediatamente, mentre consumatori e professionisti avranno accesso partire dal 15 febbraio 2016.

La piattaforma consentirà di risolvere le controversie online (anche quelle transfrontaliere) in un click, senza dover ricorrere a lunghe e costose procedure giudiziarie. Consumatori e professionisti potranno presentare un reclamo online, e gli organismi ADR faranno da arbitri tra le parti per risolvere il problema. I siti di commercio elettronico dovranno indicare obbligatoriamente il link alla procedura.

Un mese fa la Commissione aveva proposto regole aggiornate per i contratti digitali per semplificare e favorire l’accesso ai contenuti digitali e gli acquisti online in tutta Europa. La nuova piattaforma costituisce un ulteriore strumento per rafforzare la fiducia nel commercio elettronico, offrendo un importante contributo alla strategia dell’UE per il mercato unico digitale.

Per saperne di più

Informazioni sulla risoluzione alternativa delle controversie

Gli organismi per la risoluzione alternativa delle controversie nei paesi UE

Il sito della piattaforma (accessibile dal 15 febbraio)

La direttiva sulla risoluzione delle controversie online dei consumatori

La nuova tessera professionale dell’UE semplifica la mobilità dei professionisti single market

La tessera professionale dell’UE è un certificato elettronico rilasciato per la prima volta atraverso una procedura completamente digitale per il riconoscimento delle qualifiche professionali tra i Paesi membri dell’UE

Grazie alla nuova tessera professionale europea sarà più semplice per infermieri, farmacisti, fisioterapisti, agenti immobiliari e guide di montagna esercitare la loro professione in un altro paese dell’UE.
La tessera, disponibile da oggi, ha l’obiettivo di facilitare la libera circolazione di questi professionisti mobili rendendo più semplice la procedura per il riconoscimento delle qualifiche in un altro paese europeo. Aumentano anche le tutele per la prevenzione degli abusi: un meccanismo di allerta garantirà protezione di consumatori e pazienti dell’UE.
La Commissaria Elżbieta Bieńkowska, responsabile per il Mercato interno, l’industria, l’imprenditoria e le PMI, ha dichiarato: “La tessera professionale europea è un grande passo avanti per rendere più semplice e veloce la mobilità delle persone qualificate, che potranno lavorare dove le loro competenze sono richieste e apprezzate. Si tratta di uno strumento pratico, utile non solo per i professionisti, ma anche per i loro clienti. Un altro vantaggio del mercato unico europeo”.
La tessera professionale europea non è una tessera di plastica, ma un certificato elettronico rilasciato con la prima procedura europea interamente digitale per il riconoscimento delle qualifiche. In base ai risultati ottenuti, la tessera potrebbe essere utilizzata in futuro anche per altre professioni mobili.
Per saperne di più:

http://europa.eu/youreurope/citizens/work/professional-qualifications/european-professional-card/index_it.htm

 

 

 

Il programma di lavoro 2016 della Commissione Juncker

Il 27 ottobre la Commissione europea ha adottato il programma di lavoro relativo al 2016, che ribadisce l’impegno a favore delle dieci priorità politiche indicate negli orientamenti politici del Presidente http://ec.europa.eu/priorities/publications/president-junckers-political-guidelines_it .

Il programma invita a conseguire risultati nei settori di attività più importanti, al fine di raggiungere gli ambiziosi obiettivi strategici riguardanti la protezione ambientale,
gli standard sociali e occupazionali, la sicurezza energetica, un’economia prospera e una politica sulla migrazione che rispecchi i valori comuni.

Per saperne di più clicca qui.

(http://europa.eu/rapid/press-release_MEMO-15-5920_it.htm)

L’IMMIGRAZIONE: RISORSA O PROBLEMA?

Negli ultimi anni l’immigrazione è diventata in l’Italia e in Europa una delle questioni politiche più importanti.
Per alcuni è principalmente un problema di ordine pubblico, da limitare e controllare.
Per altri gli immigrati possono essere una risorsa, anche economica, e l’immigrazione dovrebbe essere colta come un’opportunità da valorizzare, comunque in un quadro di legalità.
Di questo si parlerà il giorno 15 gennaio 2016 dalle ore 9:30 alle ore 13:00, presso l’Aurum di Pescara, in un Incontro-Dibattito organizzato dallo Europe Direct Pescara e dall’AICCRE Abruzzo.

Gradita è la partecipazione.

Scarica il manifesto/programma