Monthly Archives: agosto 2016

650 TIROCINI DISPONIBILI!! Hai tempo fino al 31 agosto.

Tutte le scadenze per la candidatura alla selezione dei tirocini retribuiti, segui il link : http://europa.eu/!PV38Rv

Bando PON I&C 2014-20

il Bando riguarda :
A) un’impresa che esercita le attività di cui all’articolo 2195 del codice civile, numeri 1) e 3);
B) un’impresa agro-industriale che svolge prevalentemente attività industriale;
C) un’impresa che esercita le attività di cui all’articolo 2195 del codice civile, numero 5) in favore delle imprese di cui sopra;
D) un centro di ricerca con personalità giuridica.
Il Ministero dello Sviluppo Economico ha pubblicato il decreto che apre i termini e illustra le modalità di presentazione delle domande del Bando Horizon 2020 – PON I&C 2014-20
L’intervento del Programma operativo nazionale Imprese e competitività 2014-2020 FESR in favore di progetti di ricerca e sviluppo negli ambiti tecnologici identificati dal Programma quadro di ricerca e innovazione Horizon 2020 è stato disciplinato con decreto ministeriale 1 giugno 2016.
La dotazione finanziaria totale, che agevola i progetti di ricerca e sviluppo, è di 180 milioni di euro: 150 mln in Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia e 30 mln per Abruzzo, Molise e Sardegna, a valere sull’Asse I, Azione 1.1.3. del Programma Operativo Nazionale “Imprese e competitività” 2014-2020 FESR.
Il bando prevede inoltre l’agevolabilità, a condizione che rispettino i requisiti di ammissibilità previsti dal bando stesso, ivi compreso l’avvio del progetto dopo la presentazione della domanda nei termini previsti bando medesimo, dei cosiddetti “Progetti Seal of excellence”, cioè dei progetti di ricerca e sviluppo presentati nella fase 2 del Programma Strumento PMI “Horizon 2020”, a cui è stato riconosciuto, nell’ambito dell’iniziativa pilota della Commissione europea “Seal of excellence”, un sigillo di eccellenza che attesta la valutazione positiva ottenuta dal progetto, ma che non sono stati finanziati per mancanza di un’adeguata copertura finanziaria.
Termini e modalità di presentazione delle domande
Con decreto direttoriale 4 agosto 2016 sono definiti il termine di apertura e le modalità per la presentazione delle domande di agevolazioni, le condizioni, i punteggi massimi e le soglie minime per la valutazione delle stesse , nonché le modalità di presentazione delle domande di erogazione, i criteri per la determinazione e la rendicontazione dei costi ammissibili e ulteriori elementi utili a definire la corretta attuazione dell’intervento agevolativo.
La domanda di agevolazioni e la documentazione devono essere redatte e presentate in via esclusivamente telematica dalle ore 10.00 alle ore 19.00 di tutti i giorni lavorativi, dal lunedì al venerdì, a partire dal 17 ottobre 2016, pena l’invalidità e l’irricevibilità, utilizzando la procedura disponibile nel sito internet del Soggetto gestore per la richiesta delle agevolazioni a valere sul bando Progetti di R&S negli ambiti tecnologici di Horizon 2020 – Bando PON I&C 2014-2020.
Le attività inerenti alla predisposizione della domanda di agevolazioni e della documentazione da allegare alla stessa possono essere svolte dai soggetti proponenti anche prima dell’apertura del termine di presentazione delle domande . A tal fine la procedura di compilazione guidata è resa disponibile nel sito internet del Soggetto gestore a partire dal 3 ottobre 2016.
Per info e modulistica: http://www.abruzzosviluppo.it/new/2016/08/08/24532/

Commissione europea – Direzione generale migrazione e affari interni – PROGRAMMA GIUSTIZIA – Sostenere iniziative nel campo della politica sulle droghe – Invito a presentare proposte – JUST-2016-AG-DRUGS

Il presente invito a presentare proposte si colloca all’interno del programma Giustizia per il periodo 2014-2020. La Commissione europea ha adottato il programma di lavoro annuale 2016, che comprende il presente invito a presentare proposte. Esso finanzia azioni con valore aggiunto europeo che contribuiscono all’ulteriore sviluppo di uno spazio europeo nel settore della politica sulle droghe.
Priorità
Il presente invito a presentare proposte mira a finanziare progetti transnazionali nel settore della politica antidroga dell’UE. I progetti devono riguardare almeno una delle seguenti priorità:
- promuovere l’applicazione pratica della ricerca correlata alla droga, e, in particolare, la ricerca deve porre attenzione alle sfide attuali ed alle nuove minacce;
-sostenere le organizzazioni della società civile per rafforzare la loro:
(i) funzione di difesa,
(ii) capacità di fare la differenza a livello locale e
(iii) migliorare il metodo di condivisione pratica; -di ampliare ulteriormente la base di conoscenze e sviluppare metodi innovativi per affrontare il fenomeno delle nuove sostanze psicoattive.
I candidati devono dimostrare nelle loro proposte una buona conoscenza delle azioni e delle politiche dell’Ue.
La rilevanza per le iniziative politiche sulla droga e la complementarità delle azioni attuali e precedenti saranno valutate insieme con il grado di corrispondenza alle proposte. Le proposte dovrebbero includere un piano di sostenibilità chiaro al fine di garantire che i risultati del progetto siano utili nel lungo periodo ed anche dopo la fine del finanziamento.
Tutte le azioni nell’ambito del presente invito a presentare proposte devono rispettare ed essere in linea con i diritti e i principi sanciti dalla Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea.
I progetti finanziati nell’ambito del presente invito possono inoltre promuovere la parità tra
donne e uomini e porre attenzione ai diritti del bambino. Qualora il progetto sottende anche questo aspetto, il richiedente deve adottare le misure necessarie per garantire che la parità di genere e le questioni relative ai minori siano presi in considerazione, prestando attenzione alla situazione e particolari esigenze delle donne, degli uomini e dei bambini.
I progetti non potranno superare la durata di 24 mesi.
Criteri di eleggibilità.
Al fine di poter beneficiare di una sovvenzione il richiedente e partners devono:
-essere persone giuridiche
-essere stabilite in uno Stato membro dell’Unione europea che partecipano al programma Giustizia (con deroga per le organizzazioni internazionali che possono essere partners)
-essere un ente pubblico o un ente privato senza scopo di lucro o un’organizzazione internazionale.
Gli enti con fini di lucro possono partecipare solo come partners
-le domande devono essere transnazionali e devono coinvolgere almeno 2 soggetti stabiliti in due diversi Stati membri dell’Ue che partecipano al programma
-le proposte che chiedono un cofinanziamento inferiore a EURO 250 000 saranno respinte -il progetto non deve iniziare prima della data di presentazione della domanda di sovvenzione.
I seguenti tipi di attività sono ammissibili nell’ambito del presente invito a presentare proposte:
- la raccolta di dati, indagini e attività di ricerca;
- attività di formazione;
- l’apprendimento reciproco, lo sviluppo di reti, l’identificazione e lo scambio di buone pratiche, la cooperazione;
- eventi, conferenze, riunioni di esperti;
- la disseminazione e l’attività di sensibilizzazione.
Budget disponibile
Il bilancio totale stanziato per il cofinanziamento dei progetti è stimato in EUR 2.012.000.
Saranno finanziati 4 o 5 progetti.
Scadenza: 18 ottobre 2016 h: 17.00 (Bruxelles)

Commissione europea – EUROPA CREATIVA – Europa Nostra Awards 2017 – Premio Unione europea per il patrimonio culturale

Il Premio dell’Unione europea per il patrimonio culturale è stato lanciato nel 2002 dalla Commissione europea nell’ambito dell’attuazione del programma Cultura prima e del programma Europa Creativa ora.
Il Premio, riproposto annualmente, si pone l’obiettivo di promuovere le migliori pratiche nella conservazione del patrimonio culturale materiale e immateriale, per stimolare lo scambio di conoscenze e di esperienze in tutta Europa, per valorizzare il patrimonio culturale europeo.
Possono concorrere al premio i progetti che rientrano in uno dei seguenti settori:
- patrimonio Architettonico: singoli edifici o gruppi di edifici in ambiente rurale o urbano; – aggiunte di costruzione/alterazioni o nuovi progetti di costruzione all’interno delle aree storiche;
- strutture e siti industriali e di ingegneria; – paesaggi culturali: storici ambienti urbani o paesaggi urbani, città o piazze e paesaggi urbani;
- parchi e giardini storici, grandi aree di paesaggio di importanza culturale, ambientale e / o agricoli;
- siti archeologici, che includono anche l’archeologia subacquea;
- opere d’arte e collezioni: collezioni di significato artistico e storico o vecchie opere d’arte;
- patrimonio culturale immateriale come pratiche, rappresentazioni, espressioni, così come le conoscenze e le competenze che le comunità, i gruppi e, in alcuni casi, gli individui riconoscono come parte del loro patrimonio culturale.
- digitalizzazione del patrimonio culturale.
Nel 2017 il Premio selezionerà fino a 30 progetti e iniziative sul patrimonio culturale tangibile e intangibile nelle seguenti categorie:
1. conservazione (progetti di conservazione, valorizzazione e adattamento a nuovi utilizzi del patrimonio culturale);
2. ricerca (progetti di ricerca e digitalizzazione che generano effetti tangibili nella conservazione e valorizzazione del patrimonio culturale in Europa);
3. contributi di singoli o organizzazioni (per individui o organizzazioni i cui contributi hanno dimostrato in maniera sostenibile l’eccellenza nella tutela, conservazione e valorizzazione del patrimonio culturale);
4. istruzione, formazione e sensibilizzazione (iniziative relative a istruzione, formazione e sensibilizzazione nel settore del patrimonio culturale materiale e/o immateriale).
Segue dettaglio:
1.Conservazione
Altissimi meriti nella conservazione, nella valorizzazione e nell’adattamento ai nuovi usi del patrimonio culturale in uno dei settori sopra menzionati.
● I progetti devono coinvolgere il restauro o la conservazione di una struttura o di un sito, il suo adattamento a nuovi usi, aggiunte o modifiche nella costruzione, o nuovo design nelle aree di conservazione
● L’edificio / sito / lavoro d’arte deve essere accessibile al pubblico. Edifici o siti che sono regolarmente utilizzati da un gran numero di persone, per le scuole, per i locali di ufficio, sono considerati accessibili; anche gli edifici o siti privati che sono regolarmente aperti al pubblico sono considerati proponibili
● I progetti possono includere un display interpretativo per scopi culturali o educativi ● le fasi completate di progetti su larga scala sono considerati ammissibili. I partecipanti devono indicare nella descrizione anche il progetto nel suo complesso
● I progetti devono essere stati completati nel corso degli ultimi tre anni: Settembre 2013 – Settembre 2016.
2.Ricerca
Progetti di ricerca di alto livello che portano ad effetti tangibili nella conservazione e valorizzazione del patrimonio culturale in Europa in una qualsiasi delle aree sopra menzionate.
● possono essere presentati studi, progetti di digitalizzazione, risultati di ricerca e/o pubblicazioni scientifiche che sono stati completati negli ultimi tre anni (settembre 2013 – settembre 2016).
3. contributi di singoli o organizzazioni
Aperto a persone od organizzazioni i cui contributi, per un lungo periodo di tempo di almeno 5 anni, dimostrano un elevato grado di conservazione e valorizzazione del patrimonio culturale in Europa (relativo ad uno dei settori di cui sopra).
● Le iscrizioni devono essere a cura di parti terze; le nomine non possono essere presentate da un membro della famiglia della persona designata o da un membro dell’organizzazione nominata
● la nomina di un artista non può essere accettata
● le iscrizioni devono essere accompagnate da un minimo di tre lettere di presentazione.
4.Istruzione, formazione e sensibilizzazione
Iniziative rilevanti relative all’istruzione, alla formazione e alla sensibilizzazione nel settore del patrimonio culturale immateriale o materiale (in una delle aree di cui sopra) per promuovere e/o contribuire allo sviluppo sostenibile dell’ambiente.
I progetti devono essere:
● In corso e sufficientemente avanzati per aver prodotto risultati tangibili
● esemplari, sostenibili ed applicabili in altre parti d’Europa ● innovativi e creativi
● interattivi e partecipativi
● capaci di mostrare di andare oltre al quadro accademico standard.
Essi dovrebbero anche avere una base scientifica, raggiungere un vasto pubblico e promuovere l’inclusione sociale, interculturale e il dialogo intergenerazionale.
I progetti di formazione dovrebbero essere basati su un metodo pedagogico e fornire
conoscenza della costruzione storica e delle competenze tecniche, della cooperazione interdisciplinare, della padronanza dei processi di rinnovamento e di riconciliazione della tecnologia storica e moderna. I progetti educativi dovrebbero anche avere un metodo educativo volto a far conoscere al pubblico il patrimonio materiale e/o immateriale, portarli verso l’accettazione ed il sostegno per l’ambiente costruito e la sensibilizzazione dei non esperti.
Possono concorrere al premio:
- tutti i paesi che prendono parte al Programma Europa Creativa
- i progetti possono essere presentati da chiunque purché abbiano ottenuto il permesso del proprietario dell’edificio o del sito, dell’autore/ proprietario dello studio o progetto candidato, prima della presentazione – i progetti possono essere ri-presentati solo una volta con la necessaria documentazione aggiuntiva
- i progetti che hanno precedentemente ricevuto una menzione speciale della giuria non possono applicare nuovamente nella stessa categoria.
Premi
Europa Nostra Awards premierà 30 progetti e tra questi ne verranno selezionati 7 vincitori del “Grand Prix” che riceveranno una somma in denaro di 10.000 euro ciascuno. È previsto inoltre l’assegnazione del “Public Choise Award” che verrà attribuito ad un solo progetto tra quelli premiati attraverso un voto pubblico effettuato attraverso il sito di Europa Nostra.
Scadenza: 1° ottobre 2016