Abruzzo Include, nuovo bando per l’integrazione sociale

La Regione Abruzzo ha emanato , il bando pubblico “Abruzzo Include” in linea con la strategia Europa 2020, a valere su risorse del Fondo Sociale Europeo. Lo scopo dell’azione è quello di mettere insieme soggetti pubblici e privati che lavorino nel campo sociale, sanitario, formativo e lavorativo, in modo da offrire a soggetti svantaggiati, attualmente in carico ai Servizi Sociali, strumenti e possibilità per uscire dalla situazione di potenziale esclusione sociale.
Il progetto prevede due linee d’azione:
Linea 1 – Piano integrato di Inclusione: Prevede l’attivazione di uno Sportello di Contrasto alla Povertà e all’Esclusione Sociale (SPES) sul territorio di riferimento della candidatura, qualora esistesse già uno SPES, ne prevede il sostegno e la sostenibilità.
Linea 2 – Prevede l’attivazione di almeno 63 tirocini per gli utenti degli SPES (Linea 1), in modo che coloro che sono gravati da carichi di cura ed assistenza, possano vedere riconosciute le spese per servizi di baby sitting, doposcuola, trasporti, assistenza domiciliare etc. sostenute per poter partecipare alle attività formative.
Chi può partecipare – I destinatari delle attività da realizzare sono i residenti nella Regione Abruzzo che siano disoccupati o inoccupati, soggetti svantaggiati a diverso titolo (Art. 2 del bando), persone con più di 45 anni, immigrati, persone senza fissa dimora o cittadini sin situazione di povertà certificata (ISEE inferiore a 6.000 euro). Sono esclusi i giovani NEET aderenti al programma “Garanzia Giovani” e i destinatari del Programma 30+.
I finanziamenti sono però erogati ad Associazioni Temporanee di Scopo, che avranno il compito di attivare le linee di azione previste e dovranno essere costituite da:
1.Almeno un Ente d’Ambito Sociale tra quelli indicati nell’appendice dell’avviso pubblico;
2.Almeno un Organismo di Formazione Accreditato (Specifiche Art.4 comma b del bando);
3.Almeno un’Agenzia per il lavoro accreditata (Specifiche all’Art.4 comma c del bando).
Possono concorrere alla realizzazione del Piano Integrato di Inclusione attraverso la presentazione di dichiarazioni di sostegno, anche senza far parte dell’Associazione Temporanea di Scopo, i seguenti soggetti:
1.Organizzazioni senza scopo di lucro con esperienza almeno triennale nell’inclusione sociale e lavorativa di persone svantaggiate, con sede in Abruzzo e/o nell’area territoriale di riferimento della candidatura;
2.Enti, Società, Strutture, private e/o pubbliche;
3.Cooperative sociali con sede in Abruzzo e/o nell’area territoriale di riferimento della candidatura;
4.Associazioni datoriali ovvero centrale cooperativa con sede in Abruzzo e/o nell’area territoriale di riferimento della candidatura;
5.Associazioni culturali con sede in Abruzzo e/o nell’area territoriale di riferimento della candidatura con esperienza pregressa nel recupero socio-lavorativo di soggetti svantaggiati
Come presentare domanda – La domanda può essere presentata esclusivamente on line attraverso la procedura telematica predisposta su un sito dedicato (Link), non verranno prese in considerazione le domande inviate con modalità differenti. Alla domanda (All.1 Solo esempio, va compilata online) devono essere allegati:
1.All. A1 – Formulario di candidatura con piano economico, compilato e sottoscritto (word – pdf);
2.All. A2 – Lettera di adesione ATS / Dichiarazione di sostegno al Progetto del Partner del Soggetto attuatore debitamente compilato e sottoscritto dal legale rappresentante (Word – pdf);
3.All. A3 – Atto di impegno per la realizzazione degli interventi del partner del soggetto attuatore debitamente compilato e sottoscritto dal legale rappresentante (word- pdf);
4.All. A4 – Modello di costituzione ATS, debitamente compilato e sottoscritto – In caso di ATS costituita: atto di costituzione ATS (word – pdf).
E’ necessario inoltre allegare:
a.Copia fotostatica fronte retro di un documento di riconoscimento, in corso di validità, di ciascun sottoscrittore. In caso di sottoscrizione con firma digitale non deve essere allegata la copia del documento di riconoscimento;
b.Dichiarazione del/dei CPI competente/i attestante l’impegno alla realizzazione delle attività di cui alla linea 1 in collaborazione con l’ATS. All. A2 e All. A3;
c.Dichiarazioni di sostegno da parte di Altro soggetto di cui all’art. 4 del presente Avviso.
Scadenza – Le candidature devono pervenire entro e non oltre il 16/10/2016.
http://urp.regione.abruzzo.it/index.php/in-primo-piano/217-abruzzo-include-nuovo-bando-per-l-integrazione-sociale