EUROPA CREATIVA (2014-2020) Sottoprogramma Cultura Invito a presentare proposte EACEA 45/2016: Sostegno a favore di progetti di cooperazione europei

Il sottoprogramma Cultura mira a supportare progetti che si occupano principalmente di: A. mobilità transnazionale B. sviluppo del pubblico C.1. rafforzamento delle capacità – digitalizzazione C.2. rafforzamento delle capacità – nuovi modelli di business C.3. rafforzamento delle capacità – istruzione e formazione. Di conseguenza, i progetti sostenuti dovranno comprendere una strategia motivata e una descrizione dettagliata di come intendono implementare una o più di queste priorità del programma. Nel presentare le loro domande, i richiedenti devono spuntare al massimo 3 di queste 5 priorità che risultano essere quelle più rilevanti per il loro progetto, e classificare tali 3 priorità in ordine di importanza. 3 Regolamento (UE, Euratom) n. 966/2012, del Parlamento europeo e del Consiglio, del 25 ottobre 2012, che stabilisce le regole finanziarie applicabili al bilancio generale dell’Unione (GU L 298 del 26.10.2012, pag.1). 4 Criteri di ammissibilità Richiedenti ammissibili: Cfr. sezione II – condizioni generali di partecipazione – richiedenti ammissibili. Progetti ammissibili: A seconda dell’entità, delle necessità, della natura, degli obiettivi e delle priorità del progetto, il richiedente dovrà scegliere se presentare domanda in relazione alla categoria 1 – progetti di cooperazione di entità minore o alla categoria 2 – progetti di cooperazione di entità maggiore. Il capofila del progetto può presentare una sola domanda l’anno ai sensi della categoria 1 o della categoria 2. Un richiedente che presenta domanda come capofila del progetto ai sensi della categoria 1 o della categoria 2 può essere un partner in diversi altri progetti presentati da un altro capofila di progetto ai sensi della categoria 1 o della categoria 2. Categoria 1 – Progetti di cooperazione di entità minore Questa categoria include progetti che: – comportano la presenza di un capofila del progetto e almeno altri due partner che hanno sede legale in almeno tre diversi paesi partecipanti al sottoprogramma Cultura – Europa creativa. Il capofila del progetto o uno dei partner devono avere la propria sede legale in uno dei paesi di cui alle categorie 1, 3 o 4 dei paesi ammissibili. – sono oggetto di una domanda che richiede un finanziamento UE non superiore a 200 000 EUR, rappresentante al massimo il 60% del bilancio ammissibile. In caso di selezione, il capofila di un progetto di categoria 1 può presentare una domanda per un nuovo progetto di categoria 1 o 2 nell’ambito di inviti successivi. Categoria 2 – Progetti di cooperazione di entità maggiore Questa categoria include progetti che: – comportano la presenza di un capofila del progetto e almeno altri cinque partner che hanno sede legale in almeno sei diversi paesi partecipanti al sottoprogramma Cultura – Europa creativa. Il capofila del progetto o uno dei partner devono avere la propria sede legale in uno dei paesi di cui alle categorie 1, 3 o 4 dei paesi ammissibili. – sono oggetto di una domanda che richiede un finanziamento UE non superiore a 2 000 000 EUR, rappresentante al massimo il 50% del bilancio ammissibile. In caso di selezione, il capofila di un progetto di categoria 2 non avrà diritto a presentare altre domande ai sensi della categoria 2, fino a quando il progetto sarà in corso. Questo significa che un capofila di progetto di un progetto di categoria 2 in corso non ha i requisiti per essere il leader di progetto di un altro progetto di categoria 2, a meno che il periodo di ammissibilità del progetto di cooperazione selezionato non sia scaduto quando il periodo di ammissibilità del progetto di categoria 2 per il quale presenta domanda come capofila del progetto ha inizio. I capofila di progetto di un progetto di categoria 2 in corso possono, tuttavia, presentare una domanda per un nuovo progetto di categoria 1 nell’ambito di successivi inviti. Per entrambe le categorie di progetti, la durata massima (periodo di ammissibilità) è di 48 mesi. Per entrambe le categorie, il progetto deve essere basato su un accordo di cooperazione stipulato tra il capofila del progetto e i partner. Attività ammissibili: Cfr. sezione II – condizioni generali di partecipazione – attività ammissibili. Criteri di aggiudicazione I richiedenti ammissibili saranno valutati in base ai seguenti criteri: 1. Rilevanza (30) Questo criterio valuta il modo in cui il progetto contribuirà, sulla base delle priorità del programma, a rafforzare la professionalizzazione e la capacità del settore di operare a livello transnazionale e a livello internazionale, a promuovere la circolazione transnazionale delle opere culturali e creative e la mobilità degli artisti, a raggiungere un pubblico nuovo e più ampio e a migliorare l’accesso alle opere culturali e creative. A tal fine, il progetto dovrà includere una strategia motivata per l’attuazione delle priorità del programma. 5 2. Qualità dei contenuti e attività (30) Questo criterio valuta il modo in cui il progetto sarà implementato nella pratica (qualità delle attività e dei risultati tangibili, esperienza del personale incaricato del progetto e accordi di lavoro). 3. Comunicazione e diffusione (20) Questo criterio valuta l’approccio del progetto alla comunicazione delle sue attività e dei suoi risultati e alla condivisione di conoscenze ed esperienze con il settore e oltre i confini. L’obiettivo è quello di massimizzare l’impatto dei risultati del progetto rendendoli disponibili nel modo più ampio possibile, a livello locale, regionale, nazionale ed europeo, di modo che abbiano una portata al di là di coloro che sono direttamente coinvolti nel progetto e un impatto che vada oltre la durata di vita del progetto stesso. 4. Qualità del partenariato (20) Questo criterio valuta la misura in cui l’organizzazione e il coordinamento generali del progetto garantiranno l’effettiva attuazione delle attività e contribuiranno alla loro sostenibilità. IV. Bilancio Il sottoprogramma Cultura Europa creativa ha un bilancio complessivo di 457,8 milioni di EUR per il periodo 2014-2020. Il totale degli stanziamenti per il 2017, per il presente invito, ammonta a circa 35 500 000 EUR. L’Agenzia si riserva il diritto di non distribuire tutti i fondi disponibili. V. Termine per la presentazione delle domande: Il termine ultimo per la presentazione dei progetti di cooperazione europea è: il 23 novembre 2016, prima delle 12:00 CET/CEST (mezzogiorno, ora di Bruxelles). Se il termine per la presentazione cade in un giorno festivo nel paese del candidato, non sarà accordata alcuna estensione. I candidati devono tener conto di tale circostanza nella pianificazione della loro candidatura.

13._eacea_45_2016-culture-ce-2017_it