Commissione Europea – Programma per l’ambiente e l’azione per il clima – LIFE+ 2014/2020

Il programma intende:

  • · contribuire al passaggio a un`economia efficiente in termini di risorse, con minori emissioni di carbonio e resiliente ai cambiamenti climatici, nonché al miglioramento della qualità

dell`ambiente e all`interruzione e all`inversione del processo di perdita di biodiversità, compresi il sostegno alla rete Natura 2000 e il contrasto al degrado degli ecosistemi;

  • · migliorare lo sviluppo e l`applicazione della politica ambientale e climatica dell`UE e promuovere l`integrazione e la diffusione degli obiettivi ambientali e climatici nelle altre politiche

dell`UE;

  • · sostenere maggiormente la governance a tutti i livelli in materia di ambiente e di clima, compresa una maggiore partecipazione della società civile, delle ONG e degli attori locali.

Gli obiettivi generali di LIFE+ sono perseguiti attraverso i seguenti sottoprogrammi:

I. AMBIENTE

Settori di azione prioritari:

1) Ambiente e uso efficiente delle risorse

Le priorità tematiche del sottoprogramma Ambiente sono:

a) acqua e ambiente marino

b) rifiuti

c) efficienza nell`uso delle risorse, compresi suolo e foreste- e economia verde e circolare

d) ambiente e salute, compresi le sostanze chimiche e il rumore

e) qualità dell’aria ed emissioni, compreso l`ambiente urbano

2) Natura e biodiversità

Le priorità tematiche sono:

  • · attività volte a migliorare lo stato di conservazione degli habitat e delle specie, di interesse per l`UE;
  • · attività di sostegno dei seminari biogeografici della rete Natura 2000;
  • · approcci integrati per l`attuazione dei quadri di azioni prioritarie;
  • · attività per l’attuazione della Strategia dell`UE sulla biodiversità fino al 2020.

3) Governance e informazione in materia ambientale

Le priorità tematiche sono:

  • · campagne di informazione, comunicazione e sensibilizzazione in linea con le priorità del 7° EAP – Programma d`azione per l`ambiente;
  • · attività a sostegno di sistemi e strumenti di informazione relativi all`attuazione della legislazione ambientale UE.

II. AZIONE PER IL CLIMA

Settori prioritari:

1) Mitigazione dei cambiamenti climatici al fine contribuire alla riduzione delle emissioni di gas serra.

2) Adattamento ai cambiamenti climatici al fine di contribuire agli sforzi finalizzati ad accrescere la resilienza ai cambiamenti climatici.

3) Governance e informazione in materia di clima, finalizzata a promuovere una migliore governance in materia di clima allargando la partecipazione dei soggetti interessati, comprese

le ONG, alle consultazioni sulle politiche e alla loro attuazione.

TIPOLOGIE DI FINANZIAMENTO PREVISTE

Le tipologie previste sono:

  • · progetti pilota: applicano una tecnica o un metodo che non è stato applicato e sperimentato prima o altrove e che offrono potenziali vantaggi ambientali o climatici rispetto alle attuali migliori

pratiche;

  • · progetti dimostrativi: mettono in pratica, sperimentano, valutano e diffondono azioni, metodologie o approcci nuovi o sconosciuti;
  • · progetti di buone pratiche: applicano tecniche, metodi e approcci adeguati, efficaci sotto il profilo economico e all’avanguardia;
  • · progetti integrati: finalizzati ad attuare su vasta scala territoriale, piani o strategie ambientali o climatici previsti dalla legislazione dell’Unione in materia ambientale o climatica;
  • · progetti di assistenza tecnica: forniscono un sostegno finanziario per aiutare i richiedenti a elaborare progetti integrati;
  • · progetti di rafforzamento delle capacità: forniscono un sostegno finanziario, al fine di permettere agli Stati Membri di partecipare in maniera più efficace a LIFE (misura destinata ai

National Contact Point);

  • · progetti preparatori: identificati dalla Commissione in cooperazione con gli Stati Membri per rispondere alle esigenze specifiche connesse allo sviluppo e all’attuazione delle

politiche e della legislazione dell’Unione in materia di ambiente o clima;

  • · progetti di informazione, sensibilizzazione e divulgazione: volti a sostenere la comunicazione, la divulgazione di informazioni e la sensibilizzazione.

Scadenza 2017

La Commissione europea comunica che la pubblicazione della Call LIFE 2017 è provvisoriamente pianificata per il giorno 28 aprile 2017. Di seguito si riporta il calendario

indicativo per l’invito a presentare proposte: (vedasi http://www.minambiente.it/pagina/call-2017)