Volontari europei aiutano a ricostruire i paesi colpiti dal terremoto

Il 17 agosto è arrivato a Norcia il primo gruppo di volontari del Corpo Europeo di Solidarietà (European Solidarity Corps – ESC) per aiutare a riparare i danni e ripristinare i servizi sociali per le comunità locali colpite dai gravi terremoti verifi catisi un anno fa. I 16 giovani volontari del Corpo Europeo di Solidarietà provengono da Austria, Francia, Grecia, Ungheria, Portogallo e Spagna e sono partiti grazie al progetto “Gioventù europea per Norcia” per ricostruire gli edifi ci storici gravemente danneggiati dal terremoto, fra i quali la basilica di San Benedetto e il monastero dei Benedettini. I volontari collaboreranno inoltre con i giovani e gli anziani di Norcia, organizzando seminari, attività all’aperto e manifestazioni culturali. A settembre partiranno gli altri due progetti, sono infatti stati stanziati 790.000,00 euro che impegneranno, da qui al 2020, 230 progetti appartenenti al Corpo Europeo di Solidarietà. I progetti del ESC rientrano tra le attività sostenute dall’UE dopo i terremoti che hanno colpito Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria tra il 2016 e l’inizio del 2017. A giugno la Commissione ha proposto l’erogazione di 1,2 miliardi di euro nell’ambito del Fondo di solidarietà dell’UE: si tratta dell’importo più elevato mai concesso da questo fondo, del quale l’Italia è già il maggior benefi ciario. FONTE: https:// ec.europa.eu/italy/ news/20170817_ corpo_europeo_ solidarieta_norcia_it