Festa dell’Europa – “Vivere l’Europa a scuola”

Programma Premiazione Festa 9 maggio 2014+

Il 9 maggio è la “festa dell’Europa”… Ma che cosa si festeggia esattamente il 9 maggio?
Il 9 maggio 1950 Robert Schuman, allora ministro degli Esteri della Francia, di fronte alla stampa convocata presso la sede del suo Ministero, pronunciò il famoso discorso noto come “dichiarazione Schuman”, che diede origine al processo d’integrazione dell’U.E.
La “dichiarazione Schuman”, preparata assieme a Jean Monnet (allora commissario al “piano francese di modernizzazione”), era già stata comunicata alla Germania, che l’aveva accolta con entusiasmo, e proponeva la creazione di una istituzione europea sovranazionale cui affidare la gestione del carbone e dell’acciaio, materie prime di enorme importanza militare.
La proposta di Schuman era altamente rischiosa: significava scommettere sulla pace in un momento in cui l’Europa si sentiva addosso la minaccia di una terza guerra mondiale. Ma il coraggio di rinunciare, anche se parzialmente, alla sovranità nazionale nella gestione di materie prime di importanza strategica per la difesa dei propri cittadini, in una situazione di forte tensione internazionale, permise la nascita dell’Europa, unita per promuovere la pace attraverso la condivisione di interessi concreti.
A seguito della dichiarazione Schuman, condivisa in primo luogo da Francia e Germania, alle quali si aggiunsero l’Italia e il “Benelux” (Belgio, Olanda e Lussemburgo), nacquero prima la C.E.C.A. (Comunità Europea del Carbone e dell’Acciaio) nel 1951, poi la C.E.E. (Comunità Economica Europea) e l’Euratom (Comunità Europea per l’energia atomica) nel 1957: il resto è la storia dell’UE e della sua progressiva integrazione.
Nel 1985, al vertice di Milano, i Capi di Stato e di governo dei 10 Stati che allora costituivano la C.E.E., scelsero questa data come giornata comune in cui festeggiare l’Europa.

Scarica il programma