Mobilità ciclistica, sport e turismo. La guida ai finanziamenti UE

Il Formez ha realizzato una guida, con un ultimo aggiornamento nel corso della scorsa estate, con cui fornisce informazioni sulle opportunità di finanziamento di progetti dell’Unione europea nel settore dello sport, della More »

Erasmus plus rilancia con gli stage, più opportunità di tirocinio

Si rafforza la dote per Erasmus plus: per il 2018 l’Unione europea ha stanziato 2,7 miliardi, 200 milioni in più rispetto al 2017, con alcune novità: sono state potenziate le opportunità di More »

Resto al Sud. Dal 15 gennaio le domande per progetti

Resto al Sud è l’incentivo che sostiene la nascita di nuove attività imprenditoriali avviate da giovani nelle regioni del Mezzogiorno. Le agevolazioni sono rivolte ai giovani tra 18 e 35 anni. E’ More »

64 Borse INPS per Master

64 borse di studio INPS per svolgere Master Univer-sitari presso l’Università di Cartagena in Spagna. l master per lauree in Ingegneria, Architettura, Econo-mia e agraria, Scienza dell’Alimentazione, sono riser-vate a figli di More »

Vivi e studia all’estero per un trimestre, un semestre o un anno

Nessuna formula di soggiorno vale quanto l’esperienza di un anno o di un semestre scolastico all’estero. E’ una delle più bel-le avventure che si possano vivere in giovane età. Una sfida che More »

SVE DI UN ANNO IN NORVEGIA

Vuoi contribuire a migliorare le giornate di persone disabili? Una comunità in Norvegia offre vitto, alloggio e agevolazioni ad un volontario. Candidati subito! Ente: Il Servizio Volontario Europeo – SVE – è More »

INTERNSHIP PRESSO L’ASSEMBLEA

L’Assemblea delle regioni d’Europa è alla ricerca di un tirocinante per la sua sede del Segretariato Generale in Francia. Ente: Il 15 giugno 1985, a Louvain-la Neuve (Brabante Vallone, Belgio), 47 regioni More »

Europe Calling – Idea Competition

In vista della prossima edizione dell’European Youth Event (EYE2018), il Parlamento europeo sta cercando nuovi modi per connettersi con i giovani cittadini. La competizione invita i giovani tra i 18 e i More »

“Quanto conosci l’Europa?” Gioco del Parlamento Europeo

Quanto conosci la tua Europa? Scoprilo con il gioco dell’inverno del Parlamento Europeo! Sfida i tuoi amici a chi è in grado di riconoscere le capitali europee. Per giocare è necessario cliccare More »

Tirocini presso il Centro Europeo per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie

Il Centro Europeo per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie (ECDC), con sede a Stoccolma, Svezia, ospita tirocinanti per un periodo da tre a sei mesi. L’ECDC è un’agenzia UE che More »

 

Resto al Sud, nuovi incentivi per under 35 del Mezzogiorno

Si chiama “Resto al Sud”, la nuova misura che sarà gestita da Invitalia per incentivare i giovani all’avvio di attività imprenditoriali nelle regioni del Mezzogiorno.

Il provvedimento, varato con decreto legge n.91 del 20 giugno 2017, è rivolto agli imprenditori under 35 residenti nelle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.

I particolari sulla concessione degli incentivi e sulle modalità di ammissibilità saranno contenuti nell’apposito decreto attuativo a firma del ministro per la Coesione Territoriale e il Mezzogiorno, previsto entro 30 giorni dalla legge di conversione del provvedimento governativo istitutivo.

Quest’ultimo, varato per favorire la crescita economica delle imprese del Mezzogiorno, dispone di una dotazione finanziaria complessiva di 1.250 milioni di euro, a valere sul Fondo Sviluppo e coesione (programmazione 2014-2020).

Dopo il via libera contenuto nel decreto ministeriale di attuazione sarà possibile presentare le domande di accesso ai finanziamenti, fino ad esaurimento delle risorse stanziate, direttamente sul sito di Invitalia – soggetto gestore della misura per conto della Presidenza del Consiglio dei ministri – che valuterà il progetto proposto entro 60 giorni. L’Agenzia per l’attrazione degli investimenti provvederà alla relativa istruttoria, valutando anche la sostenibilità tecnico-economica della proposta progettuale.

L’incentivo prevede un finanziamento fino ad un massimo di 40 mila euro per ciascun richiedente, con una quota a fondo perduto del 35 per cento e il restante 65 attraverso un prestito a tasso zero da restituire in 8 anni.

Nel caso in cui l’istanza sia presentata dal più soggetti già costituiti o che intendano costituirsi in forma societaria, ivi incluse le società cooperative, l’importo massimo del finanziamento erogabile è pari a 40 mila euro per ciascun socio con tetto massimo ammissibile di 200 mila euro per ogni singolo progetto.

19008044BookletRestoalsu

Economia blu sostenibile: bando del FEAMP

Favorire le condizioni per lo sviluppo dell’economia blu nelle regioni di tutta l’Europa e del bacino del Mediterraneo: è l’obiettivo del nuovo bando che l’Agenzia per le PMI EASME ha lanciato nel quadro del Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca (FEAMP).

Il bando, che rappresenta anche la prima risposta concreta agli impegni presi dell’UE alla conferenza globale Our Ocean 2017 è articolato in 4 assi (strand): i primi due hanno come area geografica di riferimento Mar del Nord, Mar Baltico, Mar Nero, Oceano Atlantico e Mar Mediterraneo, oltre alle aree marine delle Regioni ultraperiferiche e gli alti due il solo bacino del Mediterraneo.

Gli assi del bando sono:
S1: Progetti di dimostrazione per portare le tecnologie blu sul mercato: progetti dimostrativi basati su tecnologie innovative finalizzati a testare/implementare/portare su dimensione maggiore nuove applicazioni e soluzioni per l’economia blu.

S2: Rifiuti marini: progetti tesi a supportare la riduzione, il monitoraggio e la quantificazione, la rimozione e il riciclaggio dei rifiuti marini.

S3: Reti blu nel Mediterraneo: progetti per accelerare lo sviluppo dell’economia blu nel Mediterraneo attraverso una più stretta cooperazione tra gli attori chiave del mare, pubblici e privati (istituti di istruzione e formazione, cluster marittimi e comunità locali di pesca). Questo asse è al suo interno articolato su 3 priorità.

S4: Ripristino degli ecosistemi marini in area MED: sostegno a un progetto sul ripristino di ecosistemi marini e costieri danneggiati o degradati in zone che hanno elevate potenzialità di fornire una vasta gamma di servizi di ecosistema marini.

Una proposta progettuale deve riguardare un solo asse (e per l’asse 3, una singola priorità dell’asse); possono presentare una proposta progettuale le persone giuridiche pubbliche o private attive nei settori della ricerca e dell’innovazione e/o dell’economia blu e settori correlati attive nei settori toccati nell’asse di riferimento, riunite in consorzi di almeno 2 soggetti ammissibili di 2 diversi Stati ammissibili per l’area geografica in cui si svolge (per alcune priorità dell’asse 3 il partenariato deve comprendere 3 partner di Paesi diversi). In ogni caso il proponente (coordinatore del progetto) deve essere dell’UE.

Il budget del bando ammonta a 14.500.000 euro, dei quali 8 milioni per S1, 2 milioni per S2, 3 milioni per S3 e 1,5 milioni per S4.

Il valore medio indicativo per progetto varia per i diversi assi.

Le proposte progettuali per gli assi S1 e S3 devono essere inviate entro il 28 febbraio 2018; quelle per gli assi S2 e S4 entro l’8 febbraio.

Maggiori dettagli nella scheda dedicata.

https://ec.europa.eu/easme/en/sustainable-blue-economy

https://ec.europa.eu/easme/sites/easme-site/files/call_for_prop2610.pdf

FAMI: aperto il bando 2017 per progetti per l’integrazione di cittadini di Paesi terzi

Nell’ambito del Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione (FAMI) è stato pubblicato il bando 2017 per il sostegno a progetti nel campo dell’integrazione di cittadini di Paesi terzi.

Potranno essere finanziati progetti transnazionali riguardanti le seguenti priorità (ciascuna proposta deve focalizzarsi su una sola priorità):

Priorità 1. Sensibilizzazione sul contributo dei migranti alle società dell’UE (budget disponibile: 5.000.000 euro)
Obiettivi:
- sostenere progetti mirati ad evidenziare il contributo positivo che i migranti possono apportare alle nostre società;
- comunicare fatti reali/veritieri sull’integrazione dei migranti;
- combattere gli stereotipi che riguardano i cittadini di Paesi terzi;
- contribuire a dare voce ai cittadini di Paesi terzi nel dibattito pubblico riguardante la migrazione e l’integrazione.

Priorità 2. Community building a livello locale per l’integrazione, anche attraverso attività di volontariato (budget disponibile: 5.000.000 euro)
Obiettivi:
- sostenere attività per la creazione di comunità volte a favorire l’integrazione dei cittadini di Paesi terzi a livello locale;
- promuovere scambi a livello locale tra cittadini di Paesi terzi e cittadini dei Paesi ospitanti;
- creare partnership e promuovere la cooperazione tra tutti gli attori coinvolti nella promozione dell’integrazione a livello di comunità.
I progetti in questo ambito possono includere una componente di volontariato, che impegni sia cittadini UE che di Paesi terzi. A riguardo possono essere realizzate sinergie con il Corpo europeo di Solidarietà.

Priorità 3. Sostegno pre-partenza e post-arrivo per le persone bisognose di protezione internazionale che vengono reinsediate da un Paese terzo, anche attraverso attività di volontariato (budget disponibile: 3.430.000 euro)
Obiettivi:
- sostenere attività pre-partenza mirate a preparare i cittadini di Paesi terzi alla vita nel nuovo Paese UE e alla gestione delle aspettative;
- sostenere attività post-arrivo, soprattutto basate sulle attività pre-partenza, che garantiscano la prima accoglienza e consentano l’effettiva integrazione delle persone reinsediate;
- sostenere lo sviluppo di capacità nelle comunità di accoglienza, anche attraverso la promozione di una cooperazione strutturata fra attori nazionali, regionali e locali (autorità pubbliche, ONG, organizzazioni dei rifugiati, istituzioni religiose, reti di volontariato, scuole, università, fornitori di servizi, potenziali datori di lavoro).

Priorità 4. Promuovere la rapida integrazione dei cittadini di Paesi terzi nel mercato del lavoro attraverso la cooperazione rafforzata e la mobilitazione dei datori di lavoro e delle parti economiche e sociali (budget disponibile: 8.000.000 euro)
Obiettivi:
- promuovere l’integrazione nel mercato del lavoro di cittadini di Paesi terzi, creando partenariati transnazionali con tutti gli attori interessati – in particolare parti economiche e sociali, datori di lavoro, servizi per l’impiego, autorità locali e nazionali – per favorire lo sviluppo di strumenti, metodologie, capacity building e lo scambio di esperienze;
- sensibilizzare sulle condizioni necessarie per una rapida ed efficace integrazione nel mercato del lavoro di cittadini di Paesi terzi, nonché sui suoi benefici in termini economici e sociali e mobilitare i datori di lavoro e gli altri attori chiave perché divengano attivi su questo tema.

Priorità 5. Integrazione delle vittime della tratta (budget disponibile: 3.570.000 euro)
Obiettivi:
- assicurare che le vittime ricevano assistenza e sostegno adeguati non appena vi sono ragionevoli elementi per ritenere che la persona sia vittima della tratta;
- garantire misure di assistenza e sostegno specifiche per donne e bambini, anche tenendo conto dei bisogni specifici delle vittime;
- garantire l’integrazione dei cittadini di Paesi terzi vittime di tratta nella società di accoglienza, tenendo conto della prospettiva delle vittime e nell’ottica di trovare una soluzione duratura.

Il bando è rivolto a enti pubblici (autorità locali, servizi pubblici per l’impiego, servizi per la gioventù, istituti di istruzione) e a enti non-profit stabiliti in uno degli Stati UE (escluso Danimarca in quanto unico Paese UE che non partecipa al Fondo), nonché a organizzazioni internazionali.

I progetti devono essere realizzati da una partnership costituita da almeno 3 organismi ammissibili stabiliti in almeno 2 diversi Stati UE. Unicamente per i progetti relativi alla priorità 5 il partenariato minimo richiesto è di 2 partner di 2 diversi Stati UE.

I progetti proposti potranno essere cofinanziati fino al 90% dei loro costi totali ammissibili. La sovvenzione richiesta deve essere compresa tra 450mila e 1milione di euro per i progetti relativi alle prime quattro priorità, tra 200mila e 500mila euro per i progetti focalizzati sulla priorità 5.

La scadenza per presentare proposte è il 1° marzo 2018.

In allegato il testo del bando. Per ulteriore documentazione e presentazione delle candidature: Participant Portal (http://ec.europa.eu/research/participants/portal/desktop/en/opportunities/amif/calls/amif-2017-ag-inte.html#c,topics=callIdentifier/t/AMIF-2017-AG-INTE/1/1/1/default-group&callStatus/t/Forthcoming/1/1/0/default-group&callStatus/t/Open/1/1/0/default-group&callStatus/t/Closed/1/1/0/default-group&+identifier/desc)

ERASMUS PER GIOVANI IMPRENDITORI—COME SI PARTECIPA?

L’Erasmus per giovani imprenditori è un programma di scambio transfrontaliero che offre ai nuovi imprenditori l’opportunità
di imparare i segreti del mestiere da professionisti già affermati che gestiscono piccole o medie imprese in un altro
paese aderente al programma.
Il sostegno finanziario fornito ai nuovi imprenditori contribuisce a coprire i costi di viaggio e di impresa in un altro paese partecipante).
Durata: da 1 a 6 mesi e deve essere completato entro un periodo complessivo di 12 mesi.
Per saperne di più: https://www.erasmus-entrepreneurs.eu/index.php?lan=it

Your first EURES Job (YfEJ): opportunità di mobilità lavorativa per giovani tra i 18-35 anni

Your first EURES Job (YfEJ) è un progetto europeo di mobilità lavorativa che aiuta i giovani europei ad accedere alle opportunità lavorative offerte da imprese e organizzazioni in tutta Europa.

L’obiettivo di Your first EURES job è di aiutare giovani tra i 18-35 anni di nazionalità di uno dei 28 Stati UE + Islanda e Norvegia a trovare un impiego (posto di lavoro o tirocinio) in un altro paese dell’UE. Inoltre, aiuta i datori di lavoro a trovare la forza lavoro che desiderano destinata alle posizioni difficili da occupare.

SERVIZI OFFERTI

YfEj è un servizio europeo per l’impiego. La Piattaforma EUJOB4EU ( http://www.yourfirsteuresjob.eu/login ) raccoglie in un unico luogo il curriculum di giovani candidati provenienti dai 28 Stati UE + Islanda e Norvegia interessati ad una esperienza professionale all’estero e le offerte di lavoro (impiego/tirocinio) di datori di lavoro europei che ricercano giovani lavoratori. L’iniziativa fornisce diversi tipi di servizi – informazione, reclutamento, matching, collocamento e finanziamento – sia per i giovani candidati che per i datori di lavoro interessati ad assumere personale proveniente da paesi diversi.

Questi sono nel dettaglio i servizi offerti:

Supporto pre-placement: rivolto alle imprese per identificare i loro reali bisogni e definire le offerte di lavoro; rivolto ai giovani in cerca di occupazione per registrarsi sulla piattaforma;
Servizi di reclutamento e matching;
Benefici finanziari: rivolti ai giovani in cerca di occupazione per far fronte alle spese di viaggio e consentire loro di partecipare a colloqui di lavoro e trasferirsi in altri paesi UE per un’opportunità di impiego. Rivolti alle imprese che sottopongono un “integration programme” per i giovani recentemente assunti;
Corsi di lingua o altri tipi di formazione per candidati pre-selezionati;
Supporto per il riconoscimento delle qualifiche dei candidati pre-selezionati;
Tutoraggio per tirocinanti.

Condizioni di eleggibilità

Per partecipare all’iniziativa e beneficiare dei servizi di reclutamento e supporto, si deve essere in possesso dei seguenti requisiti:

Candidati:

Nazionalità di uno dei 28 paesi membri dell’UE + Islanda e Norvegia;
Età compresa tra i 18-35 anni;
Legalmente residenti in uno dei 28 paesi membri dell’UE + Islanda e Norvegia;
Essere alla ricerca di un lavoro/tirocinio in uno dei 28 paesi membri dell’UE + Islanda e Norvegia.
Datori di lavoro:

Organizzazioni di grandi dimensioni o PME (piccole e medie imprese) con sede in uno dei 28 paesi membri dell’UE + Islanda e Norvegia.
Impiego:

Contratto della durata minima di 6 mesi, impiego full-time o part-time (con un monte ore minimo non inferiore al 50% dell’equivalente full-time);
Sede in uno dei 28 paesi membri dell’UE + Islanda e Norvegia diverso dal paese di residenza del candidato;
Essere conforme alla legislazione nazionale in materia di lavoro e protezione sociale ed assicurare protezione e benefici adeguati;
Assicurare retribuzione e contratto scritto;
Per tirocinio: fornire gli strumenti per l’apprendimento e la formazione di specifiche abilità sul posto di lavoro con relativo rilascio di certificato/dichiarazione che attesti l’effettiva acquisizione di competenze e abilità alla fine dell’incarico.
YfEj copre tutti i 28 paesi membri dell’UE + Islanda e Norvegia:

Austria, Belgio, Bulgaria, Croazia, Cipro, Repubblica Ceca, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Ungheria, Islanda, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Norvegia, Polonia, Portogallo, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Paesi Bassi, Regno Unito.

Perché Your first EURES job?

L’iniziativa YfEj intende fornire ai giovani un’esperienza di lavoro e formazione.

Il Programma è innanzitutto uno degli strumenti sviluppati dalla Commissione Europea per contrastare il fenomeno della disoccupazione in Europa, aiutando i giovani ad acquisire esperienza lavorativa in altri Stati membri.

Your first EURES job inoltre si fonda sull’idea secondo la quale la mobilità professionale è sempre una fonte di potenziamento e crescita per tutti gli attori coinvolti: il lavoratore mobile si apre a nuove esperienze culturali, personali e professionali e l’azienda che trae vantaggio da uno staff multiculturale caratterizzato da approcci diversi e complementari nonché da un know-how ed una storia professionale unici. La circolazione delle persone significa circolazione delle culture, delle menti, delle idee e porta ad una contaminazione positiva tra i lavoratori e i cittadini europei.

La mobilità è altresì una delle misure promosse dalla Commissione Europea per rafforzare la cittadinanza europea, fortificando il senso di appartenenza ad una società comune e limitando gli stereotipi ed i fenomeni di razzismo. La mobilità professionale consente la costruzione di una cittadinanza basata sulla reciproca conoscenza e sulla condivisione della vita quotidiana.

L’UE sta finanziando diversi progetti YfEj. Una panoramica di tutte le iniziative attualmente implementate è disponibile sul Portale EURES nelle sezioni dedicate ai candidati (https://ec.europa.eu/eures/public/it/your-first-eures-job-js) e ai datori di lavoro ( https://ec.europa.eu/eures/public/it/your-first-eures-job-emp).

Ulteriori informazioni sono disponibili nella Your first EURES Job guide ( https://publications.europa.eu/en/publication-detail/-/publication/ea6e3617-2597-11e7-ab65-01aa75ed71a1)

Tirocinio presso l’European Enterprise Institute a Bruxelles

Scadenza: sempre aperta
European Enterprise Institute(EEI), organizzazione no profit che fornisce analisi e opinioni in materia di sviluppo, politiche economiche, ambiente, sanità e prevenzione, con un attenzione particolare al mondo imprenditoriale al fine di promuovere cooperazione, innovazione e sviluppo tra le imprese, offre opportunità di tirocinio, della durata minima di 3 mesi, presso la sua sede a Bruxelles.
I tirocinanti avranno modo di vivere un esperienza lavorativa a stretto contatto con i partner EEI, con i membri del Parlamento e la Commissione europea organizzando conferenze e seminari. Inoltre, sono previsti incarichi di ricerca politica, scrittura di report, impaginazione delle pubblicazioni e gestione quotidiana del sito.
Requisiti:
- ottima conoscenza dell’inglese
- padronanza pacchetto office
- la conoscenza di altre lingue costituisce titolo preferenziale
Scadenza: posizione aperta. La candidatura va inviata almeno tre mesi prima della data in cui si desidera iniziare il tirocinio.

http://www.european-enterprise.org/items/internshipprogramme/index.html

Fonte: Eurodesk Italy

Tirocini nel settore delle energie rinnovabili

Scadenza non specificata
Wind Europe è un’organizzazione con sede a Bruxelles, che si occupa di promuovere l’utilizzo dell’energia eolica in Europa e nel mondo, favorire la ricerca in ambito energetico e fornire supporto ai suoi 450 membri operanti in oltre 50 paesi.
L’ente è alla ricerca di candidati interessati a svolgere un tirocinio durante il quale le risorse selezionate avranno modo di misurarsi in diversi settori quali: marketing, ricerca, business development, comunicazione, ecc.
I candidati dovranno essere studenti universitari o delle scuole superiori iscritti a corsi di studio che prevedano lo svolgimento di uno stage curriculare.
Per candidarsi è necessario inviare il proprio CV unitamente a una lettera di presentazione al seguente indirizzo mail: jobs@windeurope.org indicando nell’oggetto “Traineeship”.

https://windeurope.org/about-us/careers/

Fonte: Eurodesk Italy

Borse di ricerca OSCE a Copenhagen o Vienna

Scadenza 1° Maggio / 1° ottobre
Il Segretariato Internazionale dell’Assemblea Parlamentare OSCE offre otto o nove Borse di Ricerca a Copenhagen o Vienna a laureati in scienze politiche, giurisprudenza e relazioni internazionali dei paesi OSCE.
Le Borse hanno una durata di sei mesi. L’alloggio è gratuito e tutti i borsisti ricevono uno stipendio di 564 euro al mese, a copertura delle spese vive minime a Copenhagen o Vienna.

http://www.oscepa.org/about-osce-pa/international-secretariat/staff/research-fellowship

Fonte: Eurodesk Italy

Borse di studio cantonali per cittadini italiani (2018-2019) – SVIZZERA

Scadenza: 28 febbraio e 31 luglio 2018
Alcune università cantonali svizzere offrono borse di studio valide per percorsi di ricerca, ma per l’Università della Svizzera italiana è anche possibile fare domanda per un master (laurea magistrale).
Periodo di utilizzo: Metà settembre 2018 – metà giugno 2019
Limite di età 35 anni (nati dal 1° gennaio 1983 in poi), per i percorsi post-doc non ci sono limiti d’età.
Possono fare richiesta studenti laureati (laurea magistrale), studenti dottorati, studenti post-dottorati.
Lingua richiesta Francese,tedesco o inglese a seconda della facoltà

https://www.dfae.admin.ch/countries/italy/it/home/servizi/borse-di-studio.html

Fonte: Ministero degli Affari Esteri

Tirocini al Carnagie Europe a Bruxelles

Scadenze: 28 Febbraio, 30 Giugno, 31 Ottobre
Carnegie Europe offre tirocini da tre a sei mesi per sostenere le attività del centro di ricerca, di comunicazione, e di sviluppo. I tirocinanti sono parte integrante della crescente rete globale di Carnegie, che comprende uffici a Pechino, Beirut, Bruxelles, Mosca, New Delhi e a Washington.
Tre i tirocini a disposizione: Internship in sviluppo e raccolta fondi, Internship in Programma e Ricerca, Internship in Comunicazione.
Requisiti:
- Essere iscritti all’università o essere neolaureato
- Poter ottenere crediti accademici o ricevere sponsorizzazione per il tirocinio
- Avere un’ottima padronanza verbale e scritta della lingua inglese

http://carnegieeurope.eu/about/employment

Fonte: Eurodesk Italy